Anatomia di una buona call to action

Anatomia di una buona call to action


Di tutti gli elementi di una pagina, la call to action è la prova del nove perché è la parte in cui chiediamo al nostro lettore di fare qualcosa e di passare finalmente dalla lettura all’azione.

La call to action (CTA) è un attestato di interesse dell’utente nei confronti del prodotto, servizio o contenuto presente nella pagina e si può tradurre in varie modalità: compilando un form di richiesta informazioni, iscrivendosi al portale o alla newsletter, scaricando un file, effettuando un acquisto. Il tasso di conversione misurerà la percentuale di utenti che hanno manifestato un interesse specifico.

Un risultato facile da quantificare ma di cui è difficile valutare le cause: perché i fattori che incidono sono tanti e tendono a intrecciarsi. Una formula assoluta per scrivere call to action efficaci non c’è, ma giova fare alcune considerazioni.

Call-to-action (CTA) efficaciDeve sempre valerne la pena

Il punto di partenza è sempre il contenuto. Se la nostra proposta e l’azione che chiediamo di svolgere non risultano utili, interessanti o stimolanti è difficile che accada qualcosa. Il consiglio è di non abusare con le richieste: chiediamo di compiere un’azione solo quando offriamo qualcosa di veramente valido. Ne va della nostra credibilità e reputazione: senza cui diventa dura guadagnare la fiducia delle persone.

Dev’essere essenziale e catturare l’attenzione

Si dice spesso che less is more. In effetti la sintesi aiuta: testi concisi, proposte limpide, moduli semplici da compilare, senza troppi merletti e orpelli grafici gratuiti.

Come spesso accade, molto dipende dal titolo. In questi tempi frenetici se l’headline della pagina non è chiara e convincente il lettore tende a fuggire. Per trattenerlo dobbiamo valorizzare anche immagini, grafica, layout, font e individuare quegli elementi che colpiscono immediatamente nel segno, ad esempio una foto e una scheda che esemplificano le virtù del prodotto.

La chiarezza (dell’immagine e del linguaggio) è anche sinonimo di onestà: difficilmente possiamo fidarci di messaggi ambigui e confusi.

Call-to-action (CTA) efficaciDeve balzare all’occhio e arrivare al momento giusto

La collocazione migliore è di solito a piede pagina o al termine della presentazione del prodotto o servizio. Collocarla in fondo rende più logico e lineare il percorso che porta dalla lettura all’azione.

Il bottone che invita all’azione deve avere certe caratteristiche: dev’essere ben riconoscibile, colorato in modo da spiccare nella pagina, facile da cliccare, grande il giusto, accompagnato da un testo immediato e inequivocabile. Ma le riflessioni grafiche su CTA e landing page vanno ben oltre il semplice bottone.

Deve collocarsi in un contesto adeguato

La proposta può essere convincente e la CTA scritta da manuale, ma se la grafica è scadente, l’impaginazione disordinata e il testo prolisso e fumoso che risultati possiamo attenderci?

Content is king, certo, ma non rende senza un contesto adeguato a fargli da reame.

Categories

+ There are no comments

Add yours