I benefici (sottovalutati) della comunicazione interna

I benefici (sottovalutati) della comunicazione interna


Quando si parla di comunicazione corporate il pensiero corre alla pubblicità, al digitale, al marketing tradizionale rivolto ai consumatori.
Molti sottovalutano la comunicazione interna. Forse perché, tra i suoi obiettivi diretti, non ci sono quelli di stimolare la propensione all’acquisto o migliorare la reputazione della marca. Eppure i vantaggi sono considerevoli: per il clima interno e la produttività.

I dipendenti appagati sono ottimi testimonial

I benefici sottovalutati della comunicazione internaCiò che accade in azienda trapela sempre all’esterno. Come quando entri in un locale e percepisci subito se dietro le quinte si respira un’aria pesante: solo che l’effetto, in una realtà strutturata, è decuplicato.

Vuoi perché, nella società o tra gli addetti ai lavori, inizieranno a circolare voci su cosa non funziona; vuoi perché i dipendenti tenderanno a scappare o semplicemente non sembreranno soddisfatti, trasmettendo un’immagine poco umana dell’azienda.

Con la comunicazione interna la cultura aziendale si rafforza

Identità aziendale, valori, cultura organizzativa: elementi eterei, impalpabili e per questo spesso sottovalutati. Eppure incidono vistosamente su reputazione e produttività.

I processi che forgiano identità collettive e senso di appartenenza si innescano spontaneamente in qualsiasi gruppo: chi ricopre ruoli di vertice deve chiarire i valori d’impresa e orientare tali processi collettivi in una direzione utile per l’organizzazione e gratificante per chi vi opera.

Idee e innovazioni nascono dal confronto

I benefici sottovalutati della comunicazione internaOgni organizzazione adopera un patrimonio di informazioni e conoscenze. Se questo capitale non è gestito in modo integrato e armonico, per esempio attraverso portali e archivi centralizzati, si frantuma in mille rivoli e non produce nulla di fecondo.

Al contrario la comunicazione interna, la collaborazione, lo scambio, la condivisione di idee e contenuti stimolano nuova conoscenza e proposte inedite.
E diffondono nell’organizzazione quelle pratiche e soluzioni che funzionano.

Talenti nascosti vengono portati a galla

Le organizzazioni, specie quelle più burocratizzate e gerarchizzate, rischiano di soffocare i singoli, ingabbiandoli in ruoli predefiniti e abitudinari.

Dialogare, confrontarsi, condividere risorse anche in modo informale aiuta le persone a esprimersi liberamente e a sprigionare energie e creatività.

Migliora la produttività

I benefici sottovalutati della comunicazione internaImplementare le giuste tecnologie nell’organizzazione velocizza i processi interni, riduce i rischi di errore, elimina i passaggi superflui e abbatte alcuni costi come quelli della carta.
A beneficiarne soprattutto le aziende complesse, che devono coordinare numerosi dipartimenti spesso ubicati in posti diversi.

Nelle multinazionali le reti interne sono ancora più decisive: non solo per razionalizzare i flussi di lavoro e migliorare le performance, ma per far sentire parte di un’unica squadra professionisti che altrimenti rimarrebbero chiusi nei loro cubicoli.

Per saperne di più

2 Comments

Add yours
  1. 1
    Sveva Batani

    Il tema della comunicazione interna come leva di benessere organizzativo, motivazione del personale e fattore di aumento della produttività dovrebbe essere valutato attentamente dalla PA che per sua natura ha struttura burocraticamente gerarchica e comunicazione prettamente formale.

    • 2
      Antonio Cilardo

      Ciao Sveva, grazie dell’intervento. Sono d’accordo. Una massiccia iniezione di comunicazione interna aiuterebbe molto le pubbliche amministrazioni, spesso più statiche e restie al cambiamento dell’impresa privata. Un saluto!

+ Leave a Comment